11 marzo 2016 (lettura scenica per bambini)

LA FAVOLA DEL MERCANTE


Fiaba popolare italiana 

Di e con Elena GaleottiIlaria Debbi - Elsa Maria FrabettiStefano Vacchi

  

C'era una volta un mercante che aveva tre figlie. 

Un giorno le chiamò e disse: 

"Devo partire. Che regalo volete?" 

"Oro, argento e seta da filare," risposero. 

Il padre comprò oro, argento e seta, li diede alle figlie, e partì.

 

Questo è l'inizio di una fiaba che ogni volta mi diverto a leggere, al buio, con una luce bianca e sferica che ricordi la luna, davanti alla facce attonite di una ventina di bambini. È un'antica storia proveniente dalla tradizione popolare italiana, riscritta da Roberto Piumini, da noi poi rielaborata e riscritta per la scena.

 

La scelta di leggere fiabe classiche è legata all'importanza di raccontare ai bambini i destini del mondo (rubo un’amata espressione di Italo Calvino), significa quindi offrire una visione della vita da un altro punto di vista. Quello della libertà e dell'immaginazione.

Gli elementi 'forti' o 'critici' delle fiabe sono utili proprio per superare le paure nella ripetizione degli eventi: nella mia esperienza ho potuto constatare quanto i bambini amino farsi rileggere le stesse storie per impararle a memoria così la trama scivola spontaneamente verso il finale che è sempre positivo.

Con la fiaba si scopre il mondo, gli elementi realistici si mescolano a quelli fantastici, la parola diventa canto, lo spazio si riempie di stelle e i bambini, senza accorgersene scivolano nella fiaba, con leggerezza.

La fiaba lavora sull'inconscio, come dice la psicoanalisi, ma non è importante solo per questo.

È una grande avventura che, attraverso la fantasia - massima espressione della mente umana – interpreta la realtà e i suoi grandi temi. Leggere ad alta voce a un bambino significa anche accompagnarlo per mano a scoprire la vita, le emozioni, il rapporto con gli altri e se stesso.

 

I bambini percepiscono molto di più di quanto possa sembrare e, a ogni richiesta di rilettura, registrano nuovi elementi, significati, parole nuove.

Attraverso l'ascolto, i bambini mettono insieme nuovi tasselli come in un puzzle e accrescono il loro vocabolario e anche la loro capacità di concentrazione. Leggere fiabe a sorpresa significa spalancare ogni volta nuove porte, per poi entrare e disegnare nuovi mondi col corpo, il ritmo, la voce, in nome della fantasia.

Da genitore ho imparato a crescere con mia figlia leggendo fiabe che mi hanno permesso di mettere alla prova la mia attenzione, costanza, pazienza, creatività, partecipazione e il mio orizzonte è diventato più grande: un grande patrimonio della famiglia che abbiamo costruito insieme.

 

Elena

 

Galleria fotografica