11 gennaio 2009

CONTRONATURA 2009


Bestie da soma

Ma non siamo noi forse in un’eterna situazione di violenza?

Poiché siamo nati e cresciuti in carcere, non ci accorgiamo più di essere infilati in una buca con mani e piedi incatenati e un bavaglio alla bocca. Cos’è che voi chiamate una situazione legale? Una legge che fa della gran massa dei cittadini delle bestie da soma per soddisfare i bisogni snaturati di una minoranza insignificante e corrotta?”

(Georg Büchner, Strasburgo, 1833)

 

Oggi più che mai pensiamo che il teatro dovrebbe resistere all’estinzione,  la nostra stessa esistenza come artisti e organizzatori continua ad avere senso e il nostro lavoro a colpirci emotivamente perché pensiamo che il teatro abbia una funzione sociale e i risultati artistici sono sempre influenzati da questo pensiero.

Questa undicesima edizione del Progetto Contronatura sarà nuovamente dedicata all’Arte dell’attore e della messinscena, ponendo al centro della nostra riflessione la conflittualità dell’ umano pensiero e quanto il potere snaturi l’uomo e la natura a volte lo sovrasti, senza dimenticare la solitudine, l’incomunicabilità, l’attesa.

Il Woyzeck di Georg Büchner rappresenta uno dei punti più alti della nostra letteratura, un grandioso frammento drammatico sul rapporto tra morale e potere scritto nel 1836, un capolavoro sull’abisso umano intorno al quale si apre e si sviluppa la nostra rassegna con video di vari artisti, letture e uno studio sull’opera tedesca di uno dei più importanti attori-autori del teatro italiano: Claudio Morganti. Si tratta di un percorso di ricerca che Claudio Morganti porta avanti da due anni con un gruppo di giovani artisti : W, un’altra tappa della storia, Scimmia, Woyzeck (lettura) sono i tre appuntamenti dedicati a questo progetto.

 

La rassegna ospiterà anche attori del teatro di ricerca italiano che da anni collaborano con Cantharide come Boris Vecchio e Francesco Pennacchia e gruppi che lavorano sul territorio bolognese, tutti condividono con il pubblico opere ricche di passione e sincerità: Il Teatro delle Ariette con la “preghiera da circo” Padre nostro fatta di uomini, fantocci e bestie e il Teatrino Giullare con Finale di partita dove “ l’insensatezza, la miseria, l’umanità si rivelano tragicomicamente”.

 

Oggi più che mai pensiamo, inoltre, che sia giusto ricordare l’olocausto. Parentesi speciale verrà dedicata alla Giornata della Memoria; un fine settimana di riflessioni tramite il teatro e la danza con Cantharide, la compagnia Urbani-Guerra e Alessandro Bedosti.

 

  1. STAGIONE attori del teatro di ricerca italiano che da anni collaborano con Cantharide e gruppi che lavorano sul territorio bolognese

  1. MNEMOSYNE – PROGETTO MEMORIA: 24 E 25 gennaio Una cavalla infernale e Meticcio dai laboratori sulla Giornata della Memoria con i ragazzi delle scuole. Seco di e con Compagnia Urbani-Guerra.

  2.  FINESTRA VISIVA: Durante la stagione installazione ambientale nello spazio del foyer a partire dalla giornata della Memoria.

 

STAGIONE

Domenica 11 Gennaio ore 17

W, un’altra tappa della storia

VIDEO WOYZECK

Ovvero i materiali video di Claudio Morganti e di tutti gli artisti, studenti e docenti dell’Accademia di Belle Arti di Bologna, coinvolti nel progetto W, un’altra tappa della storia.

 

Sabato 17 Gennaio ore 21

Scimmia

Di Rita Frongia

Con Claudio Morganti e Francesco Pennacchia

Regia Claudio Morganti

 

Venerdi, sabato e domenica 6, 7, 8 Febbraio

Asino chi legge

Letture dal vivo


Venerdì 6 febbraio, ore 21

Studi grammaticali per uccellini azzurri

Dedicato ad Arnaldo Picchi

Letture del dramma L'oiseau bleu di Maurice Maeterlinck

e del film The Blue Bird di Maurice Tourner

Regia di Massimiliano Briarava Cossati

 

Sabato 7 febbraio, ore 21

Sante subito o mai

con Elena Galeotti e Rita Frongia

 

Domenica 8 febbraio, ore 17

Woyzeck  di G. Buchner

con Claudio Morganti

 

Sabato 14 febbraio ore 21

Petì

Di e con Francesco Pennacchia

a seguire

Volare

Di e con Boris Vecchio

 

Sabato 21 febbraio ore 21

Finale di partita

Di Samuel Beckett

Con Teatrino Giullare

 

Sabato 7 marzo ore 21

Padre nostro

Di e con Teatro delle Ariette

 

  1. MNEMOSYNE – PROGETTO MEMORIA: 24/01/2009 ore 18.30

Meticcio

Esito di fine laboratorio sulla Giornata della Memoria con i ragazzi delle scuole

 

25/01/2009

Seco

di e con Compagnia Urbani/Guerra

 

A seguire

Un’azione teatrale di Alessandro Bedosti.